Roma, 27 febbraio 2008

                                                                                     Al Comitato Promotore 
                                                                                     della Costituente Socialista
                                                                                     P.zza in Lucina,26 00100 Roma

 

Cari Compagni, 
quando tutto ci è contro, anche a causa dei nostri ritardi e dei nostri errori, il dovere di ogni socialista è di fare quadrato intorno al nostro simbolo, che dovrà affrontare in solitaria dignità la prossima campagna elettorale. Nessuna recriminazione per ciò che è successo negli ultimi mesi. Nenni negli ultimi anni della sua vita, ci ricordò una saggia riflessione che aveva spesso usato in passato: “Occorre rinunciare alla magra soddisfazione del “l’avevo detto”. A che vale averlo detto se non lo si è impedito?”. Vi prego solo di mettere in evidenza in questa campagna elettorale il rischio democratico che il Paese sta correndo. Il Paese è stordito da un concentrato di tre sbornie: l’illusione di avere un sistema politico bipartitico come negli Stati Uniti; l’inganno del mercato che risolve la questione sociale; il miraggio di una fede religiosa che possa assorbire la crisi della religione laica della libertà. Contro questo delirio va fatta la campagna elettorale. Il Paese non tarderà a risvegliarsi. Sono con voi per poter essere presente a questo nuovo risveglio. Fraternamente

 Rino Formica

 

 

Esprimi la tua opinione clicca di seguito :         

              


 

Aggiornato il: 19 gennaio 2013

www.domanisocialista.it

Free statistics