" SPECIALE NOTIZIE " 
08 Gennaio 2006  - da Stampare e distribuire

 

 E' necessaria una chiara presenza d'ispirazione socialista alle prossime elezioni

" Una sinergia, tra una nuova classe dirigente
 e le precedenti, per l'Unità Socialista
"
Dichiarazione di Daniele Delbene,
Presidente Nazionale Costituente Pse e membro dell' Esecutivo Nazionale Socialismo è Libertà
 

Questo è il momento per  rilanciare “l’unità socialista”, non la semplice unità dei socialisti, intesi come ex dirigenti del Psi, bensì l’unità delle esperienze politiche  che oggi si riconoscono nei valori e negli ideali del socialismo democratico Europeo ed Internazionale.

 

Il Paese e i nostri concittadini hanno bisogno oggi più che mai, di una nuova stagione, ove la politica  possa nuovamente riappropriarsi dei suoi legittimi spazi. Solo così si potrà incidere sull'evoluzione della società.

 

1)      Serve un  nuovo modello politico al nostro paese, non più fondato, come avvenuto in questa “seconda repubblica”, su forzature elettorali e personalismo individuale, ma sulla condivisione degli interessi collettivi e sulla convergenza delle espressioni culturali più affini.

 

2)     C’è bisogno del contributo di una nuova classe dirigente, motivata dalla passione e dal desiderio di spendersi per il benessere altrui e non solamente dall’egoismo dei propri singoli interessi. Una classe dirigente capace di comprendere e di elaborare le risposte di sintesi alle nuove necessità derivanti da una società che ogni giorno assume colori ed esigenze differenti.

 

3)     C’è bisogno di individuare nuovi percorsi di formazione e selezione per le future classi dirigenti, evitando che esse possano provenire da semplici apparati burocratici distanti dalle istanze della popolazione. C’è bisogno di rendere credibili le future classi dirigenti attraverso percorsi diversi, ma obbligati, contrariamente a quanto avvenuto in questi ultimi anni, nei quali un buon nome e qualche soldo, da investire, aprivano immediatamente al mondo della politica consentendo, spesso, di assumere ruoli di primo piano a persone motivate da interessi diversi rispetto a quello di rappresentanza delle collettività.  [CONTINUA A FIANCO -> ]

Tenendo presente il contesto di vita sempre più globale nel quale ci troviamo, diviene necessario agevolare anche nel nostro paese la costruzione di un nuovo modello politico, che non può prescindere da quello Europeo.

 

Nella maggioranza dei paesi Europei esiste un bipolarismo fondato non su forzature elettorali, ma su convergenze culturali e programmatiche. Un sistema retto da grandi formazioni politiche organizzate, ben definite e con radici salde, espressione delle diverse realtà presenti nel tessuto sociale del paese di appartenenza. All’interno di questi grandi Partiti il personalismo dei singoli dirigenti è equilibrato dall’espressione collettiva dell’organizzazione che ne è la garanzia di continuità politica e di interesse generale. Sono prevalentemente due le formazioni politiche che  determinano il bipolarismo e l’alternanza politica : un grande Partito di tradizione popolare, cristiana, e conservatrice riconducibile al PPE, ed uno d’ispirazione riformista individuabile nel PSE.

 

In questa prospettiva i socialisti italiani hanno un grande ruolo politico e su questa strada dobbiamo  spendere le nostre energie individuando, uno dopo l’altro, i passi più opportuni per contribuire alla costruzione di un grande partito del socialismo italiano.

 

A questo fine sono di estrema importanza:

1) il contributo di  una nuova classe dirigente, d’ispirazione socialista, che inizi da subito a mobilitarsi;

2)  il prezioso e indispensabile contributo di esperienza e saggezza politica, necessario per individuare la corretta via da percorrere, rappresentato dalle classi dirigenti precedenti.

In questo quadro di prospettiva uno dei passi, che diviene necessario, è quello di garantire, alle prossime elezioni politiche, una chiara presenza elettorale d’ispirazione socialista che possa dare continuità alla tradizione politica e culturale del movimento socialista italiano.

A questo proposito la “sinergia”, rappresentata da una nuova classe dirigente e dall’esperienza delle precedenti, diviene un elemento imprescindibile per dare credibilità e valenza politica. 

Alcuni articoli dalla Rassegna Stampa Giornaliera di Domani Socialista
 

CHIVASSO (To) Satelliti Socialisti  : Nasce la sede di Associazione Socialista - La Voce 29-11-2005
Boselli ripudia il Garofano socialista - Gazzetta del Sud 30-11-2005
Dichiarazione dell'On. Milioto Npsi sulle affermazioni di Michele De Lucia 01-12-2005
E ora scoppia la battaglia sul garofano socialista -Il Tempo 02-12-2005
Rosa nel pugno, contrordine << compagni radicali>> - Il Riformista 03-12-2005
Craxi : Atteggiamenti antisocialisti da parte dei radicali non sono graditi 03-12-2005
Lo SDI Calabrese continuerà a lavorare per la <<supercazzata>> dell’Unità Socialista - 03-12-2005
A Milano nasce il Comitato d'Intesa per l'Unità Socialista 04-12-2005
Conte: con Craxi lavoriamo all’unità, con i Ds o con lo Sdi - Il Mattino 06-12-2005
Muore la moglie di Pertini "Sandro, un grande amore "-Corriere della Sera 07-12-2005
VIBO. Al lavoro per l'Unità Socialista. Riunione tra SèL e Npsi - Il Quotidiano Calabria 07-12-2005
ADNKRONOS: Socialisti: bobo craxi, creare condizioni per unita' in una nuova formazione 08-12-2005
Cosenza. E' intesa tra Nuovo Psi e Socialismo è libertà - Il Quotidiano Calabria 09-12-2005
LAZIO. E' nato il Coordinamento per l'Unità Socialista 10-12-2005
Il Nuovo Psi inaugura la nuova sede nazionale di piazza SS. Apostoli 14-12-2005
Il 17-12 a BRONTE - Unità Socialista. Assemblea di zona Npsi - Socialismo è Libertà 14-12-2005
FORMICA: E' LA PIU' GRAVE CRISI MORALE DI SEMPRE - Agenzia ApCom 15-12-2005
Fano Bobo Craxi parla del Npsi... Mantenere il Garofano a Sinistra - da FanoSottocchio 15-12-2005
SARZANA (Sp). Centinaia di Socialisti Sarzanesi per l'Unità Socialista. 19-12-2005
Cena Socialista Unitaria in Veneto : Subito l'Unità Socialista 21-12-2005
L’unità socialista si concretizza anche a Melissa e nella Frazione Torre 20-12-2005
Il pressappochismo di Berlusconi 23-12-2005
Il Tribunale riconosce il Simbolo Npsi e l'elezione a Bobo Craxi 01-01-2006
Craxi: Unità socialista o andremo soli - Affarti Italiani 04-01-2006

 
 Brevi News dall'Archivio degli Eventi Selezionati da Domani Socialista

 

" SOCIALISTI "

Socialismo è Libertà e Npsi
uniti da un progetto [ clicca qui ]

E' nato il Forum Nazionale Socialista: www.forumsocialista.it
Un gruppo di giovani compagni informano che prossimamente sarà attivato il sito www.giovaniprecari.it

Il 9-01-06 ci sarà la sentenza definitiva sul simbolo del Nuovo Psi

" La Storia del Psi "

Puoi leggere il Libro di Antonio Landolfi sulla Storia del Psi cliccando il link sotto :

 [ Leggi il Libro ]

"Il Comune Riformista"

Domani Socialista ti consiglia il libro di Enrico Landoni un giovane dirigente della Costituente  PSE. 

Casa Editrice
Publishing srl Milano
Tel. 02-89423416 
E-mail: mbpub@tin.it

 

< Il Simbolo Socialista nel Centro Sinistra ci sarà sicuramente >

Parlando a Roma nel corso di una riunione di quadri dirigenti capitolini del proprio partito, il Segretario Nazionale del Nuovo Psi, On. Bobo Craxi, ha sottolineato che “in questi giorni si è più volte fatto ampio riferimento alla crisi del sistema politico della cosiddetta ‘Prima Repubblica’ ed alla natura illegale del suo finanziamento”.“In effetti, appare ovvio che ci troviamo di fronte ad alcune analogie che non possono essere lasciate, come invece fu fatto allora, in balia della mera repressione giudiziaria”. “Nessuno, forse, potrà restituirci il ruolo politico e l’analogo consenso di opinione di quello che i socialisti e Bettino Craxi godevano negli anni ‘80”.“Ma anche se è fuori discussione che il tentativo di recuperare almeno in parte un simile grado di stima da parte degli italiani sia compito del Nuovo Psi, la sinistra post-comunista, in prima fila, negli anni ’92 – ’94, nella nostra criminalizzazione, credo abbia il dovere di promuovere una serena autocritica, riconsiderando il proprio giudizio sulla grande dignità politica di un discorso parlamentare, quello di mio padre Bettino dell’aprile 1992, del quale le vicende di questi giorni dimostrano la grande attualità e limpidezza, e a cui andrebbe reso sinceramente onore”. “A questo punto, per i socialisti del Nuovo Psi diventa a maggior ragione fondamentale riuscire a rappresentare, nella sinistra italiana, un elemento di novità politica nella continuità storica. Dunque, il simbolo socialista nel centro-sinistra sicuramente ci sarà”.Craxi, al termine del proprio discorso, ha inoltre informato di aver inviato una lettera al Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, “al fine di sottolineare come l’attuale esecutivo non goda più del sostegno del Nuovo Psi” e che “la presenza del Ministro Stefano Caldoro presso il dicastero dell’Attuazione programmatica è da ritenersi puramente a titolo personale: quest’ultimo, infatti, non è più legato alla organizzazione del Partito Socialista – Nuovo Psi”.

 

 Domani Socialista                                 L'informazione della Sinistra Laico Socialista Riformista
  domanisocialista@libero.it                                                         www.domanisocialista.it