HOME PAGE

 



All'Italia serve un condottiero molto più che un confessore

di Rino Formica su Domani (www.editorialedomani.it) del 04-04-2021

   

 

           LEGGILO SU www.editorialedomani.it - CLICCA QUI- 

 

 

Nella conferenza stampa di qualche giorno fa il presidente del Consiglio Mario Draghi ha detto: «A me piace ascoltare». Attitudine encomiabile. Eppure un presidente che ha davanti a sé una serie grande di rotture da sanare – politiche, istituzionali, economiche, sociali – non è confessore, ma condottiero.

 

Ho il timore che il ritardo nelle vaccinazioni provocherà un ritardo su tutta la risoluzione dei problemi aperti in Italia. Cominciando da quelli di carattere sociale e dal Recovery plan, che di fatto si ritrova spostato in avanti nel tempo. Ma anche in Europa.

 

Infine le destre europee si sono spostate su un terreno non più manifestamente anti europeista. Approfittano della profonda crisi della sinistra europea per aprire un nuovo fronte. Non va sottovalutato l’incontro fra Salvini, Orbán e Morawiecki.
 


              LEGGILO SU www.editorialedomani.it - CLICCA QUI-