bo_4f

Invito

Una grande freccia rossa, che parte in modo discontinuo da una base nera, è un messaggio implicito, noi partiamo da un ventennio nero per i socialisti, ma da oggi in poi la nostra strada si tinge di rosso, come le nostre storiche bandiere e punta in alto verso il sol dell’avvenire.

La sentenza della Corte sul ricorso contro l’Italikum è stata un ulteriore passo verso una nuova stagione per la Repubblica Italiana, dopo un ventennio di scelte sciagurate che hanno peggiorato le condizioni economiche dei ceti più deboli, che hanno rotto la coesione sociale e con una politica sempre più vocata al populismo ed alla demagogia, anche di governo, che offre promesse buone per vincere, ma che saranno poi disattese.
Ancora oggi i populisti tentano di riempire il vuoto di proposte che si è creato nel loro campo dopo il 4 dicembre con logori slogan, in sostanza riempire un vuoto con un nulla.
E’ tempo che tutti i socialisti di buona volontà si attivino, per ricostruire, tutti assieme, un Progetto Unitario per la rinascita di un nuovo e grande Movimento politico dei socialisti italiani, senza il quale la sinistra italiana non si rinnova e non può aspirare ad essere forza alternativa di governo.

I Movimenti politici e le Associazioni che hanno firmato il 30 novembre la lettera di sostegno al ricorso contro l’Italikum si ritroveranno sabato 4 febbraio a Bologna, presso la sede dell’ex sezione Vancini in via Elisabetta Sirani 3, in un incontro aperto per valutare l’esito del referendum e del ricorso avverso all’Italikum e per discutere sul che fare.

Oggi lancio un appello a tutti i socialisti di buona volontà, perché ci vuole davvero TANTA buona volontà per partire venerdì sera dal sud Italia o sabato all’alba, per ritrovarsi a Bologna in una magari fredda e nebbiosa giornata, per discutere di un’Idea che manca nel panorama italiano da troppo tempo.

Sono però convinto che i socialisti, ovunque essi siano, sapranno fare un piccolo sacrificio, piccola cosa rispetto ai grandi sacrifici fatti dei nostri Padri storici.. Bisogna ritrovare lo spirito con il quale nel 1892 si diede vita al primo Partito dei Lavoratori italiani

Non mancate!

Felice Besostri



 

 

Statistiche